Seleziona una pagina

Criopolisi

La criolipolisi è una procedura non invasiva indicata per la riduzione delle adiposità localizzate attraverso un abbassamento della temperatura del tessuto adiposo, tale abbassamento della temperatura innesca e facilita il processo di lipolisi (distruzione del tessuto grasso). Un piccolo dispositivo a piastra è posizionato direttamente sulla zona da trattare e raffreddato ad una precisa e determinata temperatura. Il risultato è la frammentazione del grasso corporeo sotto la pelle, che verrà eliminato in modo naturale con il tempo. E’ indicata nel trattamento dell’adipe localizzato.

Approfondimento

La criolipolisi non danneggia i tessuti circostanti e i vasi sanguigni, e non traumatizza i nervi e le ossa intorno alla zona.
Alcuni giorni dopo la procedura, le cellule di grasso raffreddato iniziano un processo chiamato “apoptosi” e cominceranno a diminuire. Queste cellule danneggiate di grasso sono smaltite lentamente nell’arco di diversi mesi dal nostro corpo e rimosse attraverso il fegato.

A chi è indicata?
E’ indicata al trattamento dell’adipe localizzato ( della coscia, a livello trocanterico, gluteo ed addominale) in tutti quei pazienti in normopeso o in leggero sovrappeso, non è un trattamento anticellulite.

Quali sono gli effetti collaterali?
Gli effetti collaterali della criolipolisi sono generalmente lievi e legati al freddo del dispositivo, e scompaiono in un tempo relativamente breve. La pelle può essere rossa da alcuni minuti a diverse ore. Altri effetti collaterali possono includere temporanee ecchimosi, formicolio, intorpidimento della sensibilità o crampi. In alcuni casi può presentarsi per alcuni giorni una sensazione di fastidio o di leggero dolore nell’area trattata.

Quali sono le controindicazioni al trattamento di Criolipolisi?
Tutte le patologie o problemi renali ed epatici, è controindicato nei pazienti affetti da epilessia, portatori di pace-maker e dispositivi elettronici, nelle pazienti in gravidanza o durante l’allattamento, nei pazienti affetti da malattie del collagene, è da proscrivere nei casi di fenomeno e/o sindrome di Raynaud e nelle patologie cardiache.
Si deve avere un buono stato di salute e soprattutto non essersi sottoposto da poco a terapie quali chemio e radio.
La criolipolisi non è un trattamento dimagrante bensì finalizzato alla riduzione delle adiposità localizzate quindi non è indicato nei casi di sovrappeso franco ed obesità.
La quantità delle zone da trattare per ottenere un risultato ottimale dipende dalla situazione clinica del paziente.

Risultati della Criolipolisi:
I risultati della criolipolisi sull’adipe localizzato femminile e maschile sono esteticamente molto gratificanti e duraturi. I primi risultati possono essere visibili a circa 40 giorni dalla prima seduta, spesso sono necessarie da 1 a 3-4 sedute nella stessa area corporea. La durata del trattamento è di circa 60-80 minuti e può essere ripetuta non prima di 40 giorni, se necessario. La corretta diagnosi e l’inquadramento personalizzato dell’inestetismo rendono la procedura molto efficace.

l

Tecnica

Un piccolo dispositivo a piastra è posizionato direttamente sulla zona da trattare, la piastra esercita sul tessuto un meccanismo a vacuum, il tessuto così interessato viene raffreddato ad una determinata temperatura

Tempo di trattamento

Mediamente 40 min ad area

Aree trattabili

Tutte le aree del corpo in cui è presente adipe localizzato come l’addome, le “maniglie dell’amore”, l’area trocanterica, l’area lombare, il braccio, la coscia, l’interno coscia, l’area del ginocchio

Durata dell’effetto

I primi risultati sono visibili dopo 40 giorni dalla prima seduta, le sedute necessarie sono di numero variabile da caso a caso ( 1-3), a distanza di 40 giorni l’una dall’altra. I risultati della criolipolisi sull’adipe localizzato femminile e maschile sono esteticamente molto gratificanti e duraturi nel tempo

Effetti collaterali

Lievi e legati al freddo erogato dal dispositivo, e scompaiono in un tempo relativamente breve. La pelle può essere rossa da alcuni minuti a diverse ore. Altri effetti collaterali possono includere temporanee ecchimosi, formicolio, intorpidimento e/o leggero fastidio nell’area trattata