Seleziona una pagina

Le Smagliature

Le smagliature sono strie lineari ed atrofiche del derma, simili a cicatrici. Si manifestano prediligendo alcune aree del corpo che, per fattori genetici sommati a fattori para-fisiologici o patologici, sono sottoposte ad un aumento di volume dei tessuti sottocutanei causato dall’aumento ponderale o dall’aumento repentino muscolare o dall’aumento di volume di alcuni organi interni, come durante la gravidanza. Tale aumento di volume, stressa la cute sovrastante fino al punto in cui si rompono le fibre collagene.

Non appena formate, nella fase florida, sono di colore rosso-violaceo e spesso in rilievo, ma con il tempo tendono ad evolvere verso un colore bianco madreperlaceo a significato cicatriziale, la fase atrofica. Le regioni più colpite sono le cosce, i fianchi, i glutei, l’addome e il seno. Le lesioni possono manifestarsi in entrambi i sessi ed a qualsiasi età, ma sono assai frequenti nelle donne tra i 15 e i 30 anni, in particolare durante la pubertà e la gravidanza.

La loro cura è principalmente di tipo preventivo attraverso il mantenimento del normopeso possibilmente per tutta la vita, evitando quindi bruschi cambiamenti di volume; i trattamenti, invece, medico-estetici sono quasi sempre di tipo combinato sfruttando due o più di questi metodi insieme:

 

  • Laser frazionati che svolgono una vera e propria revisione cicatriziale minimamente invasiva
  • Radiofrequenza Frazionata che rilascia energia sotto forma di microcolonnine di denaturazione profonde, lasciando intatto il tessuto circostante. Da queste aree di tessuto sano, non “danneggiato” dall’energia erogata, inizia un naturale processo di riparazione con formazione di nuovo collagene.
  • Infiltrazioni intralesionali di sostanze audiuvanti la produzione di nuovo collagene di tipo elastico
  • Percorso di Medicina Integrativa per migliorare l’elasticità del derma.