Seleziona una pagina

Le cicatrici da acne

Sono dei segni più o meno evidenti che compaiono sulla pelle a seguito di un processo infiammatorio acuto e più spesso cronico a carico delle piccole ghiandole sebacee che risiedono alla base del follicolo pilifero, formando quello che confidenzialmente viene chiamato “brufolo”.

Se l’acne è curata in maniera tempestiva di solito non lascia tracce evidenti, quando invece, per vari fattori costituzionali e ormonali influenzati o meno dallo stile di vita e da un ritardo nella cura, il processo si cronicizza, espone la parte di cute interessata anche ad infezioni. A questo punto, la pelle non riesce più a cicatrizzare prontamente perché il processo è ancora attivo, quindi lascerà col tempo delle escare più o meno profonde e di forma più o meno regolare a dimostrazione dell’avvenuto processo infiammatorio e successiva riparazione. L’acne colpisce il 70-80% dei giovani adolescenti (acne volgare) e può lasciare quindi, come esiti, importanti lesioni cicatriziali sia a livello del volto che del corpo (torace e spalle).

L’acne e le sue cicatrici influenzano negativamente la qualità della vita del soggetto che ne è colpito, coinvolgendo la vita di relazione, affettiva, sociale e lavorativa. L’acne colpisce inoltre anche la donna adulta in età fertile (acne tardiva).

Come si trattano le cicatrici da acne

In base all’età del soggetto, al sesso, alla gravità delle lesioni, al tipo di cute, alle condizioni cliniche del paziente, i trattamenti delle cicatrici da acne spesso beneficiano di uno schema di trattamento che utilizza più metodologie, tra le quali:

  • Peelings chimici che stimolano, tramite l’esfoliazione, una nuova riparazione tissutale e il ricambio cellulare per mezzo chimico
  • Laser CO2 frazionato e la Radiofrequenza ablativa frazionata che permettono una nuova riparazione tissutale e una bio-rigenerazione tissutale per mezzo fisico
  • Aghi di Nokor che permettono lo scollamento in profondità delle aderenze cicatriziali ed il risollevamento della cicatrice.
  • Piccoli mpianti intralesionali di biomateriali come l’acido ialuronico, per mantenere stabile il sollevamento cicatriziale
  • Medicina e chirurgia rigenerativa che sfrutta i fattori di crescita cellulari e cellule staminali per la vera e propria rigenerazione cellulare (prp e lipofilling)

Quasi tutti i trattamenti descritti sono ambulatoriali e socializzanti, possono essere anche attuati singolarmente o in combinazioni tra con risultati ovviamente superiori rispetto a quelli ottenuti dal singolo trattamento. Il trattamento delle cicatrici dia acne, essendo un trattamento restitutivo, riparativo e di stimolo sui processi di rigenerazione cellulare, necessita di tempo: spesso il risultato oggettivamente apprezzabile viene raggiunto anche dopo molti mesi dall’inizio di esso.