Seleziona una pagina

Tossina Botulinica

La Tossina Botulinica è una proteina che, in Medicina Estetica, viene utilizzata dal 2002 per distendere la cute e ridurre le rughe dinamiche, principalmente quelle di espressione del terzo superiore del volto: fronte, glabella (area tra le sopracciglia), contorno occhi. L’altro suo importante ruolo risiede nel trattare egregiamente l’iperidrosi (eccessiva sudorazione) ascellare, palmare e plantare. Di recente introduzione in Medicina Estetica è la tecnica di Microbotox. A dispetto del nome, è un farmaco sicuro ed efficace, studiato a scopo terapeutico fin dagli anni 70 ed utilizzato dal 1989 in oculistica per trattare il blefarospasmo, successivamente introdotto in neurologia e recentemente in ginecologia per trattare alcune malattie.

Approfondimento

L’espressione del volto

L’espressione del volto è il modo con cui le persone lasciano trasparire le loro emozioni e il loro pensiero, è caratteristica importante, personale e distintiva di tutti i soggetti. Tale espressione è dovuta alla contrazione dei muscoli mimici che, contraendosi, danno origine alle rughe di espressione o rughe dinamiche. Col passare del tempo, queste linee possono diventare vere e proprie rughe, presenti anche a riposo. Attualmente è possibile trattare a scopo preventivo e riparativo queste rughe grazie all’utilizzo della tossina botulinica.

Cosa è la Tossina Botulinica?

La tossina botulinica, conosciuta e chiamata internazionalmente Botox®, è un farmaco derivato da una proteina di origine batterica che, quando iniettato nei muscoli mimici del volto, provoca un indebolimento temporaneo per riduzione dell’attività contrattile, attenuando così rughe e segni d’espressione. In Italia, i prodotti farmacologici autorizzati per l’uso estetico si chiamano Azzalure®, Bocouture® e Vistabex®
Già usata in altri campi medici a scopo curativo, ottiene l’approvazione ministeriale ad essere utilizzata in medicina estetica e chirurgia plastica per la riduzione delle rughe mimiche del terzo superiore del volto e per l’iperidrosi ascellare, palmare e e plantare, agli inizi di questo secolo.

La tossina botulinica agisce bloccando la trasmissione nervosa tra il nervo ed il sottile muscolo mimico che determina la ruga. In questo modo si agisce sulla causa di formazione delle rughe e la pelle di conseguenza risulta più distesa ed il viso più riposato. I risultati migliori si ottengono sulle rughe orizzontali della fronte, su quelle verticali tra le sopraciglia, e su quelle perioculari (“zampe di gallina”). E’ importante valutare con attenzione l’anatomia e la mimica soggettiva del paziente prima di attuare il trattamento, in questo modo si raggiungerà un risultato naturale. Un trattamento con tossina botulinica deve essere capace di lasciare una parte della mobilità ed espressione del volto attenuando semplicemente alcune rughe e eliminandone o evitando che se ne approfondiscano altre, in relazione all’età, al tipo di pelle, al tipo di mimica ed anatomia soggettiva, lasciando un volto dall’aspetto più giovane, disteso e riposato. L’espressione che più beneficia di questo trattamento è sicuramente lo sguardo che dopo il trattamento risulta più ampio e luminoso. Il farmaco ha poco o nessun effetto sulle rughe da fotoinvecchiamento o da postura e non agisce sulla lassità cutanea, anzi l’eccessiva lassità cutanea rappresenta in realtà una vera e propria controindicazione al trattamento. Per queste ragioni non sostituisce interventi come lo skin resurfacing con laser, o il lifting chirurgico del viso.

Trattamento con il botox

Dopo un accurato studio dell’anatomia muscolare statica e dinamica del paziente, Il trattamento consiste nella iniezione di piccole quantità di farmaco grazie ad una siringa dotata di un piccolissimo ago. Non è necessaria alcuna anestesia e le iniezioni lasciano solo in alcuni casi un modesto arrossamento per alcuni minuti. L’effetto farmacologico della sostanza comincia a dare risultati apprezzabili dopo 2-3 giorni, e raggiunge il massimo effetto dopo 20-30 giorni. Poiché il risultato non è immediato, è indispensabile una visita di controllo, con eventuale ritocco, a distanza di 2-3 settimane dal trattamento. L’effetto del farmaco è temporaneo e la sua durata è di 3-7 mesi a seconda delle persone. Successivamente l’effetto scompare lentamente ed il trattamento può essere ripetuto. Dopo alcuni trattamenti si ottiene una certa stabilizzazione dei risultati per la riduzione di molti movimenti involontari che il cervello “dimentica” in seguito ai trattamenti.

E’ importante non ripetere il trattamento prima del tempo per non compromettere la capacità di risposta e quindi ottenere sempre buoni risultati (è una buona regola sottoporvisi non più di 2-3 volte l’anno).

Controindicazioni al trattamento con tossina botulinica:

Le controindicazioni ad un trattamento sono quelle condizioni preesistenti e mediche in cui versa un soggetto che ne sconsigliano l’attuazione.La tossina botulinica presenta poche controindicazioni ma di rilievo: la miastenia gravis, tutte le sindromi neurologiche con riduzione della forza di contrazione muscolare ed alcune altre malattie neurologiche. Il suo uso è controindicato anche in gravidanza e allattamento.

Effetti collaterali del trattamento con tossina botulinica

Il più comune effetto collaterale è la permanenza del segno delle piccole iniezioni, da qualche minuto a qualche ora, difficilmente lividi. Talvolta può insorgere un mal di testa successivo al trattamento, che è prontamente reversibile. In rari casi possono aversi modeste asimmetrie dell’espressione del volto (correggibili con lo stesso farmaco) o il coinvolgimento di muscoli adiacenti, come il muscolo elevatore della palpebra che può risultare indebolito per 2-4 settimane e dare come segno una riduzione del sollevamento della palpebra superiore. Tutti gli effetti del farmaco, compresi quelli collaterali, sono sempre completamente reversibili.

MICROBOTOX
E’ l’uso della tossina botulinica a maggior diluizione, iniettata a piccolissimi ponfi e in superficie, su tutta l’area da trattare, serve per ridurre la secrezione sebacea, per migliorare le finissime rughe di superficie senza dare l’effetto “frozen”. In questo modo, la tossina botulinica, modula l’attività dei muscoli erettori del pelo dando un effetto di miglioramento sulla dilatazione dei pori della pelle. Il risultato è una pelle più liscia, meno grassa, più omogenea, con maggiore turgore ed un blando effetto lifting. Molto apprezzata sul collo e terzo inferiore del volto.

l

Tecnica

Iniettiva a piccolissimi ponfi con ago da 34G ( 0,15 mm)

Aree trattabili

Fronte, Glabella, Contorno Occhi, terzo inferiore del volto (microbotox), Collo

Tempo di trattamento

20 minuti

Durata dell’effetto

3-6 mesi

Effetti collaterali

Trattamento molto ben tollerato e socializzante, solo in alcuni casi lascia un leggerissimo rossore per qualche ora, raramente ecchimosi.

Prima e dopo il trattamento

E’ consigliato non esporsi al sole o a lampade solari, effettuare saune o bagni di vapore o praticare sport che prevedano eccessiva sudorazione per 48 ore. Evitare di frizionare, massaggiare o comprimere l’area trattata nelle 24 ore successive al trattamento.